Romania

romania

Romania

SPLENDIDI PAESAGGI E UNA PROFONDA ESPERIENZA UMANA


“Chi non viaggia non conosce il valore dell’umanità” Proverbio rumeno

La Romania e le scuole

L’NGO Asociatia Il Giocattolo è attiva in Romania da diversi anni e opera nel sud-est del Paese, nella regione del Banato, a Brădet dove si è adoperata per sistemare la scuola e fornire i supporti materiali.

Ai bambini vengono date opportunità di crescita e stimoli, l’associazione gestisce da anni il doposcuola e propone laboratori aggregativi: attività sportive, proiezioni di film e corsi di musica anche nei giorni di festa, attività ludico – didattiche come le interessanti giornate di pulizia delle strade del villaggio che servono anche a sensibilizzare la comunità.

Si prende cura della formazione dei bambini e della loro educazione al rispetto dell’ambiente, non è un caso che il motto sia: “A pensarci bene è il nostro futuro che dipende da loro”.

L’Associazione ha vinto il 2° Premio (su ottanta progetti) ad un concorso nazionale per il progetto “Una nuova scuola per Brădet”; è stata apprezzata la novità di un intervento che ha visto la partecipazione attiva della popolazione nella ristrutturazione dell’edificio scolastico.

Questi sono solo alcuni esempi delle attività svolte e sono previsti numerosi e interessanti interventi per il nuovo anno che anche voi potreste contribuire a realizzare.

Un obiettivo dell’Associazione Il Giocattolo è quello di creare delle opportunità di lavoro alla popolazione locale per contrastare il fenomeno della migrazione che porta devastanti effetti nelle famiglie (bambini cosiddetti orfani bianchi).


tanzania

Un’opportunità unica

Questo viaggio rappresenta una preziosa opportunità di ammirare le bellezze di una natura amena e selvaggia con le sue testimonianze del passato asburgico.

Un territorio storicamente dedito all’estrazione mineraria, il trenino montano che collega la cittadina di Anina a Oravita ne è un delizioso esempio, e che vede nelle possibilità di turismo un valido punto di forza e di rilancio dell’economia.

L’elemento prezioso che contraddistingue questo viaggio, e che rappresenta un fattore importante delle nostre proposte, è l’incontro con la comunità locale.

Guidati dai mediatori culturali dell’Associazione, avremo la possibilità e il privilegio di interagire con la popolazione locale e comprendere le criticità che affronta quotidianamente, al di là degli sciocchi stereotipi che troppo spesso vengono veicolati per scarsa informazione.

L’obiettivo del viaggio sono il confronto e la solidarietà, in contrasto con il turismo tradizionale che mira soprattutto a ridurre i costi e sfruttare sempre di più le risorse locali.

L’intento è muovere idee e persone e non masse di turisti, per cui il senso profondo del viaggio è quello di avvicinarsi ad una cultura diversa con doveroso rispetto.

Un’opportunità per conoscere una zona della Romania dai notevoli paesaggi e aprirsi a una profonda esperienza umana.

Programma di viaggio

Partenze da Bologna, 3 notti / 4 giorni


Sabato

Volo Wizzair da Bologna delle ore 16,05 e arrivo in Timișoara aeroporto alle 18:40.

Controllo documenti e ritrovo nella hall con la guida, cena alla Taverna Sarbului.

Viaggio verso Anina, via Moravița e sistemazione presso Pensione Munții Aninei.
Domenica

Colazione e visita alle Cascata Bigar e passeggiata al Lago Buhui. Il lago Buhui è stato costruito nel 1908 con la creazione della diga. L’acqua necessaria si lascia fuoriuscire attraverso uno dei più lunghi percorsi sotterranei (3.217 m) conosciuti in Romania e appare di nuovo alla superficie nella grotta Buhui, da dove viene condotta verso Anina attraverso un tunnel.

Pranzo al sacco.  Pomeriggio a Orasul Nou e Brădet – visita guidata della Colonia e delle attività svolte dall’Asociația Il Giocattolo. La Colonia ha una storia singolare, derivando dall’intento di costruire, agli inizi degli anni ’50, una caserma/aeroporto russo (vista la vicinanza con la Yugoslavia di Tito) e successiva trasformazione in caserma rumena. Nel tempo, gli edifici sono stati utilizzati dalle famiglie dei minatori della sottostante miniera di carbone (la più profonda d’Europa con i suoi 1.200 metri). È ancora facilmente osservabile la struttura di villaggio/caserma, ove ora vivono circa 90 famiglie. Il contesto paesaggistico circostante naturale è di incontaminata bellezza.

Cena rustica in famiglia del luogo; ambiente modesto ma curato (esperienza toccante).
Lunedì

Colazione.

Visita e passeggiata al Lago Marghitas situato sul fiume Buhui; ha una caratteristica forma di punta di freccia ed è frequentato sin dall’anno 1940 come piacevole destinazione turistica.

Ore 13,30: Treno da Anina con arrivo. Pranzo al sacco  sul treno.  La scoperta di insediamenti carboniferi, di metalli preziosi e boschi secolari per l’utilizzo del legname convinsero la Società Privilegiata delle Ferrovie di Stato austriache ad iniziare, nella primavera dell’anno 1861, la costruzione di una linea ferroviaria da Oravita ad Anina. Nel tratto di linea montana i vagoni venivano inizialmente trainati dai cavalli. Il 15 dicembre 1863 la linea Oravita-Anina, con lunghezza di 33,4 km., fu terminata e messa in funzione sia per trasporto merci che passeggeri. L’ardita opera ingegneristica e la bellezza del pittoresco paesaggio hanno fatto sì che la linea ferroviaria potesse diventare una piacevole attrazione turistica, oltre essere di utilità per gli spostamenti da una cittadina all’altra.

L’arrivo a Oravița è previsto alle 15,30. Seguirà una passeggiata in centro dove visiteremo il museo delle monete, il Teatro Eminuescu, primo in Romania, costruito nel 1817 secondo i progetti dell’architetto Ion Niuni. Vanta anche un altro primato: è il primo teatro dell’Europa illuminato con lampade ad acetilene. Le decorazioni interiori, elaborate da Francisc Knee secondo i proggetti di Platzgher, sono una copia fedele del teatro di Vienna (non più esistente).

All’interno dell’edificio del Teatro Vecchio funziona un piccolo museo, con elementi di cultura locale. Lungo la via principale della cittadina visiteremo la farmacia museo Knoblauch; la più vecchia Farmacia montanara (delle miniere) della Romania, fondata nel 1763 da Edward Winter e organizzata nella sede nell’edificio attuale dal farmacista Johannes Lederer nel 1790, co-proprietario insieme alla famiglia Knoblauch del 1796. Possiede mobili e strumentari dalla fine del secolo XVII (1682) e fino agli anni 1950, archivi documentari e libri antichi.

Rientro a Anina, cena tipica rumena in un locale del centro e pernottamento.
Martedì

Colazione e ripartenza verso l’aeroporto di Timișoara.

Sosta breve a Reșița per visitare il museo delle locomotive.

Partenza con volo Wizzair delle ore 14:55 e arrivo a Bologna ore 15,35.

Principali distanze


  • Aeroporto Timisoara – Anina –Aeroporto Timisoara Km= 274
  • Anina – Cascate Bigar – Lago Bhui – Anina= Km 50
  • Anina – lago Marghitas – Anina= Km 17
  • Anina – Oravita- Anina= Km 60

TOTALE
Km 401
media / giorno
Km 100

Programma partenze


APRILE: 22/25 e 29 aprile/2maggio
MAGGIO: 13/16 e 27/30
GIUGNO: 17/19 e 24/27
LUGLIO: 1/4 e 22/25
AGOSTO: 5/8 e 26/29
SETTEMBRE: 9/12; 23/26;
OTTOBRE: 7/10; 21/24

Prezzo del viaggio

Il viaggio è stato ideato per un gruppo di massimo di 7 persone, al fine di limitare l’impatto che potrebbe avere un gruppo troppo numeroso.

Il prezzo a persona:

  • 310 (minimo 2 persone)
  • 250 (gruppo di 3-4-5)
  • 225 (gruppo di 6-7)

Volo internazionale escluso, solitamente a partire da € 40 (tasse incluse).

Le quote sono quindi soggette a riconferma al momento della prenotazione

La quota di partecipazione comprende:

  • Organizzazione e direzione tecnica;
  • mediatore culturale italiano o parlante italiano e mediatori culturali locali
    (nota bene: potrebbe capitare che il mediatore culturale sia già in Romania, in quel caso attenderà il gruppo in aeroporto);
  • i trasporti da e per l’aeroporto, tutti gli spostamenti verso le località indicate;
  • le escursioni come da programma;
  • i pernottamenti in camera doppia (per la tripla è previsto un supplemento di 10 euro) e i pasti in pensione completa;
  • Sostegno per progetti visitati.

La quota non comprende:

  • Voli aerei;
  • bevande extra oltre all’acqua (per pranzi e cene);
  • eventuale supplemento per la camera tripla;
  • polizza assicurativa di viaggio medico-bagaglio;
  • eventuali spese personali;
  • Tutto ciò non espressamente indicato ne’ “La quota comprende”.

Quando vuoi partire?

Inviaci un messaggio: ti risponderemo nel più breve tempo possibile

PROGETTI SOSTENUTI


Il compito della NGO Asociatia è quello di evitare fenomeni di iniquità sociale ed economica a danno delle popolazioni ospitanti il turismo. I prezzi sono calcolati in modo da coprire tutti i costi e un giusto compenso per le persone coinvolte. Lo scopo di questi viaggi è di far vivere un’esperienza umana e portare un contributo concreto ai popoli visitati, affinché il turismo sia una reale forma di cooperazione, pertanto i proventi verranno interamente versati nelle casse sociali e utilizzati per il sostenere le attività.

MODALITÀ DI EFFETTUAZIONE DEL VIAGGIO


Gli spostamenti verranno effettuati in pulmino privato 9 posti.

Gli alloggi sono graziosi e molto caratteristici (tutte le camere con bagno).

Chi decide di partire per un viaggio del genere oltre a divertirsi e visitare luoghi poco convenzionali è desideroso di fare un’esperienza che lo possa arricchire.

Oltre ad essere un turista sincero, il viaggiatore dovrà anche essere dotato di un certo spirito di collaborazione.

Un viaggio che consigliamo a tutti, anche a famiglie con bambini.

NOTIZIE UTILI

DOCUMENTI

Per viaggiare in Romania è necessaria la Carta di Identità valida per l’espatrio o passaporto.
La Romania, pur essendo UE, non è in area Schengen. Si suggerisce di portare Tessera sanitaria.

CLIMA

La temperatura media annuale nella città di Anina è di 9° C / 10° C; il mese più caldo è agosto, con una media di 21° C, e il più freddo è il mese di febbraio, con la media di -3° C.

COSA PORTARE

Scegliete dei bagagli facili da trasportare: una valigia da imbarcare o uno zainetto capiente come bagaglio a mano saranno sufficienti per il tour di 4 giorni. Consigliamo scarpe comode, ciabatte da doccia, k-way, felpa in pile per la sera, pantaloni lunghi, camice a maniche lunghe per la primavera e vestiario più leggero per le date estive. Macchina fotografica/videocamera con batterie e SDHC card di ricambio, fotocopia passaporto, un marsupio portadocumenti, gli occhiali da sole e la protezione solare.

FUSO ORARIO

La Romania ha un’ora in più rispetto all’Italia.

VALUTA

La moneta è il Leu/Ron (1€=4,5 Leu/Ron). Consigliamo di cambiare la valuta in loco.

ELETTRICITÀ

Tensione: V e Frequenza Hz, si utilizzano prese tedesche (modello Schuko)

TELEFONI & INTERNET

Per chiamare in Romania digitare il prefisso telefonico 0040 (+40) prima del numero desiderato.
La rete cellulare è coperta dai gestori VODAFONE-ORANGE-DIGIMOBIL-TELEKOM
La rete wi-fi non è diffusa nel territorio di Anina e Oravita ma tutti i locali pubblici l’hanno.

SALUTE

L’assicurazione italiana è sufficiente per viaggiare in Romania. Il pronto soccorso è gratuito mentre le visite mediche sono a pagamento, così come i ricoveri ospedalieri. Normalmente per recarsi in Romania non è richiesta alcuna vaccinazione.

SICUREZZA

La situazione relativa alla sicurezza è buona su tutto il territorio, anche nelle aree urbane. Come al solito è bene non fotografare o riprendere in prossimità di uffici governativi, installazioni militari, porti, aeroporti. Rispettare le abitudini locali e le osservanze religiose. Per qualsiasi dubbio ricordare sempre che il mediatore culturale ha l’esperienza tale da potervi consigliare il comportamento migliore da adottare.

MANCE e DONI

È buona norma lasciare una piccola mancia per il servizio locale (guide, autisti, aiutanti, ecc…). È suggerita ma non è obbligatoria, è una pratica diffusa e che costituisce in questi contesti una possibilità per chi la riceve di arrotondare il proprio guadagno, giustificata da un servizio reso. Discorso diverso l’elargizione di denaro senza motivo, che raccomandiamo caldamente di evitare. Anche se si è animati dalle migliori intenzioni, questo gesto alimenta il circolo vizioso del chiedere soldi al turista a titolo di elemosina se non addirittura favorisce vere e proprie forme di accattonaggio. Se poi, per motivi contingenti, si crea un’interazione con una comunità e il gruppo di viaggiatori desiderasse fare un dono si può pensare a qualcosa di semplice e utile alla collettività oppure comperare del cibo. Il mediatore culturale saprà consigliarvi.

LINGUE/ETNIE

La popolazione è di poco più di 20 milioni ma molti sono all’estero (almeno in modo saltuario). La lingua ufficiale è il rumeno con minoranze di madrelingua ungherese, ucraina e tedesca. Nelle città sono diffuse l’inglese, il francese, l’italiano e il tedesco.

RELIGIONE

Praticate le religioni Ortodossa, cattolica, ebraica e, minimamente, musulmana. Vi sono presenze di protestanti (Battisti e Pentecostali).

LA CUCINA

La cucina rumena è molto variegata, alcuni piatti tipici della tradizione rumena sono i Mici, polpette di carne alla griglia con aglio e pepe nero. La Ciorba, zuppa di verdure e carne, il Sarmale involtini di verza o cavoli farciti con riso, verdure e carne di maiale, la Tochitura, carne di maiale con formaggio di pecora e uova.

LETTURE CONSIGLIATE


Italia-Romania – L’esperienza completa della migrazione di C. Andru, F. Scârneci;

Musica per lupi – Il racconto del più terribile atto carcerario nella Romania del dopoguerra di D.Fertilio (2 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri – Società, politica e comunicazione – Politica e governo – Controllo politico e libertà – Oppressione e persecuzione);

Romania, storia e cultura di K.Hitchins;

Viaggio in Romania il libro di L. Rainieri.

Dizionario per i più curiosi: www.loecsen.com/it/corso-rumeno
Segnaliamo il sito: http://www.orizzonticulturali.it/it_home.html

FILM E DOCUMENTARI


Capolinea Paradiso: «Duminică la ora 6», un film di Lucian Pintilie

Un padre, una figlia, film di Cristian Mungiu

Il caso Kerenes (Poziţia copilului) è un film del 2013 diretto da Călin Peter Netzer. Ha vinto l’Orso d’oro al Festival di Berlino.

Oltre le colline (Dupa dealuri) è un film del 2012 diretto da Cristian Mungius

Se voglio fischiare, fischio (Eu când vreau să fluier, fluier) è un film rumeno del 2010 del regista Florin Șerban.

Racconti dell’età dell’oro (Amintiri din Epoca de Aur) è un film del 2009 diretto da Hanno Höfer, Razvan Marculescu, Cristian Mungiu,

Constantin Popescu, Ioana Uricaru. È un film commedia rumeno a episodi

Il concerto (Le concert) è un film del 2009 del regista rumeno-francese Radu Mihăileanu

Katalin Varga è un film di Peter Strickland 2009

4 mesi, 3 settimane, 2 giorni (4 luni, 3 săptămâni și 2 zile) è un film del 2007 diretto da Cristian Mungiu, vincitore della Palma d’oro come miglior film al 60º Festival di Cannes e dell’European Film Awards per il miglior film 2007.

La morte del signor Lazarescu (Moartea domnului Lazarescu) è un film del 2005 diretto da Cristi Puiu.

La foresta degli impiccati (Padurea spânzuratilor) è un film del 1965 diretto da Liviu Ciulei.