Etnie e Templi nello Stato del Kayah

MYANMAR

Etnie e Templi nello Stato del Kayah

Yangon – Loikaw – Lago Inle – Mandalay – Bagan – Yangon

(9 notti – 10 giorni)

Programma di viaggio


Arrivo a YANGON. Buddha sdraiato & pagoda Shwedagon

Arrivo a Yangon, accoglienza della vs. guida parlante italiano e trasferimento in hotel. Inizieremo a fare la conoscenza della profonda spiritualità del popolo birmano e del suo indissolubile legame con il buddismo visitando Chaukhtutgyi, la statua di Buddha sdraiato lunga 70 metri, ma soprattutto quando ci recheremo alla pagoda Shwedagon, il tempio più importante del Myanmar. Narra la leggenda che sia stata costruita 2500 anni fa per ospitare 8 capelli di Buddha; passeggiando fra i templi che la circondano ci si trova immersi in un’atmosfera di pace e raccoglimento, e si ha inoltre l’occasione di ammirare la particolare architettura religiosa birmana.

Volo YANGON-LOIKAW & etnie dello Stato Kayah

Di primo mattino trasferimento in aeroporto e partenza per Loikaw. La capitale dello stato Kayah, situata a 1200 m. di altezza, è popolata in maggioranza dall’etnia che dà il nome allo stato, convertita in gran parte al cristianesimo durante l’epoca coloniale.
Al locale museo tuttavia si potrà conoscere la moltitudine di etnie minori che abitano questa regione, ed ammirarne i diversi costumi. Ci recheremo quindi nei dintorni per visitarne alcuni villaggi, in particolare quelli abitati dall’etnia dei Padaung, alla quale appartengono le cosiddette “donne giraffa” che qui hanno avuto origine e dove ancora si guadagnano da vivere lavorando al telaio o realizzando altri oggetti artigianali.

Attraversando il lago INLE

Partiremo per Phaekhon dove ci imbarcheremo su di una piroga a motore per attraversare il lago Inle da sud a nord. Scenderemo a Samkar, antica residenza di un principe ereditario Shan “custodita” dall’etnia Pa-O e rimasta lontana per secoli da qualsiasi contatto col mondo esterno. Degli antichi fasti restano soltanto alcune pagode che durante la stagione delle piogge vengono quasi interamente ricoperte dall’acqua. Proseguendo la navigazione osserveremo sulle sponde tipici villaggi Intha e Pa-O i cui abitanti coltivano sulle rive del lago e pescano ancora con metodi tradizionali, ed altri dove si ottengono preziosi tessuti dal gambo del fiore di loto. Giungeremo quindi a Nyaung Shwe, la città sulla sponda del lago dove troveremo il nostro albergo.

Navigazione & antiche pagode di INNDEIN

Intera giornata di navigazione su questo lago incastonato fra le montagne dello Stato Shan. Effettueremo la prima tappa al cosiddetto “mercato tribale dei 5 giorni”, che si sposta ogni giorno fra i vari villaggi seguendo una rotazione di 5 giorni. Successivamente ripartiremo sulla nostra imbarcazione per raggiungere la località di Inndein, dove troveremo un complesso di antiche pagode rimaste nascoste per secoli nella vegetazione del territorio Pa-O, una etnia che indossa lunghi abiti neri, insediata da tempo in questa regione.
Tornando sul lago faremo rotta verso la pagoda Phaung Daw U, il luogo più sacro dell’area che conserva le 5 statue di Buddha trasportate ogni anno in processione durante il Festival della luna piena di ottobre. Durante il percorso incontreremo i pescatori dell’etnia Intha (che significa “Figli del lago”), celebri per il fatto di pescare con delle speciali nasse stando in equilibrio sulla punta delle barche e spingendo il remo con una gamba, oltre che per la singolare coltivazione degli orti galleggianti. Nel villaggio di Thalay si potranno osservare le donne realizzare tessuti lavorando al telaio a mano, mentre quelli di Inn Pwa Khone e Nampan sono rinomati per le sete e la fabbricazione di tipici sigari.

Volo HEHO-MANDALAY, l’ultima sede dei re

Trasferimento in aeroporto e partenza alla volta di Mandalay. Inizieremo la visita della città, l’ultima sede dei re birmani prima del colonialismo inglese ma ancora capitale culturale del Myanmar, il cui tempio principale è costituito dalla pagoda Mahamuni. Venne realizzata per accogliere un’antica statua di Buddha seduto, che il re Bodawpaya fece arrivare appositamente dallo stato Rakkhine nel 1784.

E’ tuttora veneratissima dai fedeli che vi applicano continuamente le sottilissime foglie d’oro prodotte nelle botteghe artigiane di Mandalay. A seguire vedremo la pagoda Kuthodaw, chiamata anche “il libro più grande del mondo”, ed il monastero Shwenandaw, unica parte originale rimasta del palazzo reale.
Possibilità di assistere al tramonto dalla collina di Mandalay.

Navigazione sul fiume, monasteri & tramonto sul ponte

Inizieremo la giornata recandoci al molo per affrontare un’interessante navigazione sul fiume Ayeyarwaddy che ci porterà fino a Mingun. Una volta sbarcati troveremo l’enorme tempio Pathotawgyi, rimasto incompiuto a causa del terremoto del 1838. Nelle sue vicinanze si trova la Mingun Bell che si dice essere la più grande campana funzionante del mondo.
Vedremo infine la luccicante pagoda Myatheindan, voluta dal principe Bagyidaw in ricordo di una principessa scomparsa in giovane età.
Ritorneremo in barca e successivamente saliremo la collina di Sagaing, luogo di preghiera e meditazione per migliaia di monaci e di monache ritiratisi nei numerosi monasteri che la affollano. Infine ci dirigeremo ad Amarapura, una ex capitale del regno birmano in tre distinti periodi della dinastia Konbaung, per visitare il monastero Mahagandayone abitato da mille monaci e successivamente andare ad assistere al tramonto sul ponte U Bein, il più lungo ponte del mondo interamente realizzato in legno di teak e attraversato ogni giorno da monaci e abitanti locali.

Arrivo a BAGAN

Lasceremo Mandalay per dirigerci verso la nostra prossima meta: la magica Bagan, uno dei più ricchi e affascinanti siti archeologici dell’intera Asia. Arriveremo dopo circa 4 ore di viaggio, e dopo la sistemazione in hotel ci dedicheremo all’esplorazione del sito e dei suoi oltre 2000 templi, fra i quali si possono rimarcare quelli di Alotawpyi, Gubyaukgyi, Htinlominlo e Ananda, oltre alla pagoda Shwezigone la cui forma a campana ha ispirato la costruzione di tutti gli stupa successivi. Concluderemo la giornata godendoci lo spettacolo del tramonto sulla pianura di Bagan.

Mercato, villaggi & giro in calesse

Dopo aver visitato il mercato di Nyaung U, ci spingeremo in alcuni villaggi nei dintorni come quello di Minnanthu, dove osserveremo la vita dei contadini e gli artigiani che perpetuano l’antica arte della lavorazione della lacca. Continueremo poi la visita di Bagan e alla sera ci concederemo un ultimo tour fra le centenarie pagode a bordo di un tipico calesse.

Ritorno a YANGON. Mercato Bogyoke & quartiere coloniale

Trasferimento in aeroporto ed imbarco sul volo di rientro a Yangon. Attraverso il caotico traffico di questa che sta diventando la nuova metropoli del sud-est asiatico, raggiungeremo lentamente il centro città rappresentato dalla pagoda Sule, intorno cui osserveremo il municipio ed alcuni begli edifici in stile coloniale. Entreremo quindi all’interno del mercato coperto Bogyoke dove avremo tempo per un ultimo shopping.

Potremo infine concludere il nostro tour con una passeggiata nel quartiere coloniale sul lungofiume di Yangon, dove trova posto anche la pagoda Botataung, una delle rare pagode cave dove si può camminare anche all’interno.

Partenza

Trasferimento in aeroporto secondo l’orario di partenza del volo internazionale.


Prezzo del viaggio

PARTECIPANTIEURO
2€ 1.803
3€ 1.555
4€ 1.390
5€ 1.349
6-8€ 1.266
9€ 1.215
10-11€ 1.174
12-13€ 1.148
14€ 1.133
15€ 1.113

Supplemento singola € 354

Il prezzo può variare a seconda dell’evoluzione dei tassi di cambio. Ci riserviamo il diritto di
modificare i tassi fino a 30 giorni prima della partenza.

La quota comprende:

1) Nr. 9 pernottamenti in camera doppia negli hotels indicati o similari
2) Trattamento di pernottamento e prima colazione
3) Nr. 3 voli interni & tasse aeroportuali
4) Tutti gli ingressi previsti in programma
5) Mezzi di trasporto privati con autisti locali e aria condizionata
6) Barche private per la navigazione del lago Inle e l’escursione a Mingun
7) Un’ora di noleggio calesse a Bagan
8) Guida parlante italiano per tutto il viaggio
9) Acqua e salviettine umide durante visite ed escursioni
10) Facchinaggi in porti e aeroporti
11) Tasse locali

La quota non comprende:
1) Voli intercontinentali
2) Visti d’ingresso
3) Assicurazione sanitaria/bagaglio
4) I pasti
5) Tasse per l’uso di macchine fotografiche e videocamere all’interno dei templi
6) Mance per guida, autisti e facchini di alberghi
7) Tutti gli extra non indicati nel programma

Quando vuoi partire?

Inviaci un messaggio: ti risponderemo nel più breve tempo possibile

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *